Navigazione veloce
Feed RSS
Home > Albo d’Istituto > Sicurezza

Sicurezza

Print Friendly, PDF & Email

sicurezza D.Lvo 81/08

 

Sicurezza e Piano di evacuazione

In relazione alla sicurezza nei luoghi di lavoro, in particolare nelle istituzioni scolastiche, tutte le persone che a vario titolo frequentano i locali dell’Istituto: Alunni, Genitori, Docenti, Personale A.T.A., Dirigente, Direttore S.G.A., visitatori, sono tenute a conoscere e a prendere visione delle informazioni e dei documenti di seguito riportati, relativi alla sicurezza e ai piani di evacuzione in caso di calamità.

 

Figure responsabili della sicurezza

 

Piano di evacuazione e Planimetrie (a cura del RSPP dell’Istituto)

 
Gli obiettivi principali del presente Piano sono:

  • valutare i possibili eventi e le conseguenze che possono generare pericoli per l’incolumità delle persone ed i beni presenti nella struttura;
  • pianificare le azioni da adottare per affrontare l’emergenza fin dal suo insorgere, con l’obiettivo primario di salvaguardare l’incolumità delle persone e secondariamente quello di rendere minimi i danni ai beni materiali;
  • definire i ruoli, le responsabilità e le azioni da applicare per affrontare un’emergenza in maniera organizzata per meglio salvaguardare l’incolumità delle persone, contenere gli effetti e risolvere l’emergenza per ripristinare rapidamente le normali condizioni di esercizio delle attività aziendali;
  • raccogliere i dati relativi alle caratteristiche dei luoghi (infrastrutture, impianti, ecc.) con particolare riferimento alle strutture d’emergenza.

 

Servizio di Prevenzione e Protezione SPP

Il Servizio di Prevenzione e Protezione SPP è un organismo istituzionale che ha come fine la salute e la sicurezza sul lavoro ed è formato dai seguenti Componenti:

  • Dirigente scolastico DS;
  • Responsabile del servizio di prevenzione e protezione RSPP;
  • Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza RLS;
  • Addetti al servizio di prevenzione e protezione ASPP;
  • Medico Competente (se nominato).

Il Servizio di Prevenzione e Protezione provvede:

  • all’individuazione dei fattori di rischio, alla valutazione dei rischi e all’individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro;
  • ad elaborare, per quanto di competenza, le misure preventive e protettive, i sistemi di controllo delle misure sopra citate;
  • ad elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività dell’Istituto;
  • a proporre i programmi di informazione e formazione dei lavoratori;
  • a partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alle riunioni periodiche;
  • a fornire ai lavoratori le informazioni.

Per un ordinato ed efficiente flusso di informazioni e per ogni questione inerente alla sicurezza i lavoratori potranno rivolgersi al SPP tramite:

  • Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza RLS;
  • Gli addetti al servizio di prevenzione e protezione ASPP (uno per plesso).

 

Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione RSPP

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione RSPP viene nominato dal Dirigente scolastico con opportuna lettera d’incarico; la normativa individua come indispensabili i seguenti requisiti del Rspp:

  • essere designato dal datore di lavoro, previa consultazione del rappresentante per la sicurezza;
  • essere in possesso di attitudini e capacità adeguate (formazione specifica ai sensi del D.lgs. 195/03 e accordo Stato Regioni 26/01/06);
  • disporre di mezzi e tempi adeguati ai compiti assegnati.

I principali compiti/responsabilità che il D.Lgs. 81/08 assegna al Rspp sono:

  • individuare i fattori di rischio e le misure di sicurezza, ai fini della stesura del D.V.R. (documento di valutazione dei rischi), nel rispetto delle normative vigenti;
  • elaborare le misure preventive;
  • elaborare le procedure di sicurezza;
  • proporre programmi di informazione e formazione del personale;
  • partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza;
  • fornire formazione e informazione ai lavoratori.

 

Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS viene eletto o designato dai lavoratori della scuola nell’ambito delle rappresentanze sindacali (R.S.U. d’istituto). In assenza di tali rappresentanze, il RLS è eletto dai lavoratori al loro interno. (art. 47, comma 4, D.Lgs. 81/08). Per quanto riguarda le sue specifiche attribuzioni, il RLS (art. 50, comma 1, D.Lgs. 81/2008):

  • ha libero accesso a qualsiasi luogo della scuola;
  • viene preventivamente (ed obbligatoriamente) consultato dal Dirigente Scolastico in ordine alla valutazione dei rischi, all’individuazione, programmazione, realizzazione e verifica delle azioni di prevenzione e protezione e alla designazione di tutti gli addetti alla sicurezza previsti dalla normativa (RSPP – ASPP, addetti antincendio, addetti primo soccorso, addetti all’evacuazione);
  • riceve tutte le informazioni necessarie ad espletare il suo ruolo ed un’adeguata formazione alla sicurezza;
  • ha accesso a tutti i documenti legati alla gestione della sicurezza scolastica e in particolare al Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e al Registro Infortuni, dei quali può richiedere copia (L. 123/07);
  • si fa promotore di proposte e portavoce delle istanze avanzate dagli altri lavoratori (e dagli allievi, in particolare quando questi sono equiparati a lavoratori) in merito ai problemi connessi alla salute ed alla sicurezza sul lavoro;
  • interagisce con gli altri addetti alla sicurezza scolastica e con le autorità e gli enti competenti;
  • partecipa alle riunioni periodiche di prevenzione e protezione, ai sensi dell’art. 35 del D.Lgs.81/2008;
  • può presentare ricorso alle autorità competenti qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione dai rischi adottate dal datore di lavoro e i mezzi impiegati per attuarle non sono idonei a garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori;
  • deve disporre del tempo necessario allo svolgimento dell’incarico, senza che a ciò corrisponda una perdita di retribuzione, e deve poter agire liberamente, senza ostacoli di sorta (art. 50, comma 2, D.Lgs. 81/08);
  • ha diritto a 40 ore annue di permesso retribuito da utilizzare per prendere visione del DVR e degli altri documenti sulla sicurezza predisposti dal SPP, per momenti d’aggiornamento sui temi della sicurezza e, più in generale, per svolgere il proprio incarico all’interno della scuola in cui opera;
  • il auo mandato è triennale e scade naturalmente con il termine del mandato delle R.S.U.;
  • la funzione di RLS è incompatibile con quella di RSPP o di ASPP, mentre non lo è con quella di Addetto Primo Soccorso o di Addetto Antincendio.

 

Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione ASPP

L’Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione ASPP ha i seguenti compiti:

  • coadiuvare il Responsabile del Servizio prevenzione e protezione nello svolgimento delle attività;
  • realizzare (per quanto di competenza) la formazione, l’informazione e l’addestramento del personale (docente e non docente) e degli allievi (se equiparati a lavoratori), come previsto dal D.Lgs. 81/2008, dal D.M. 10/3/98 e dal D.M. 388/03, individuando e rendendo disponibili, all’occorrenza, risorse umane ad integrazione di quelle presenti all’interno del SPP e, più in generale, della scuola;
  • a documentare l’avvenuta formazione prevista dalle norme in vigore; partecipare, se necessari, ai corsi di formazione ed al relativo aggiornamento previsti dalla normativa in vigore;
  • coordinare le attività necessarie a garantire la gestione delle emergenze;
  • collaborare con il RSPP e con il Datore di lavoro all’aggiornamento del piano di emergenza;
  • coordinare le attività necessarie a garantire gestione del Primo soccorso;
  • collaborare con il RSPP e con il Datore di lavoro all’aggiornamento del piano di primo soccorso;
  • promuovere riunioni periodiche con le relative figure sensibili;
  • organizzare, definire ed attuare, con il supporto delle relative “figure sensibili”, misure di verifica e controllo dei presidi antincendio e di emergenza;
  • organizzare, definire ed attuare, con il supporto delle relative figure sensibili, misure di verifica e controllo dei presidi di primo soccorso;
  • individuare, con il supporto delle relative “figure sensibili”, e riferire al Datore di lavoro ed al RSPP eventuali criticità e carenze;
  • promuovere ed organizzare iniziative di formazione, informazione ed addestramento rivolte al personale e agli studenti della scuola.

 

Normativa

Documenti allegati:

Sito realizzato da Salvatore Dimartino su modello dalla comunità di pratica Porte aperte sul web nell'ambito del progetto Un CMS per la scuola con Wordpress · XHTML · CSS
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons ·